martedì 28 giugno 2016

Sciroppo di sambuco

Dieci giorni fa sembrava autunno inoltrato, temperature ben al di sotto della media e pioggia a non finire: poi è arrivato il solstizio, e d'improvviso è esplosa l'estate! Il nostro giardino, che prima era solo ricco di colori, si è riempito anche di profumi, primo fra tutti quello del sambuco. Sentire quel profumo inconfondibile mi ha riportato ai ricordi d'infanzia, ai lunghi ed assolati pomeriggi di vacanza trascorsi a casa della mia nonna, che mi offriva sempre l'acqua con lo sciroppo fatto con i fiori di sambuco. Da parecchi anni la nonna non lo prepara più, ma la tradizione la porta avanti mia mamma, che puntualmente ogni anno al momento della fioritura ne prepara una bella scorta, ed è un piacere condividere con voi questa semplice ricetta, con l'augurio che l'estate vi regali tanti bei momenti da ricordare!



Ingredienti per 2 lt di sciroppo
- 13 fiori di sambuco
- 1 kg di zucchero semolato
- 3 limoni non trattati
- 30 gr acido citrico
- 1 litro d'acqua

Innanzitutto assicuratevi di raccogliere i fiori da piante non esposte ad inquinamento ( vicino a strade ad alta percorrenza, o nei pressi di campi o frutteti sottoposti a trattamenti chimici ).

Per ottenere un ottimo sciroppo è poi importante sapere quando raccogliere i fiori: nè troppo presto la mattina, perché sono ancora chiusi, nè troppo tardi la sera, perchè risentono del sole della giornata.

In una ciotola capiente fate marinare nell'acqua i fiori ed i limoni tagliati a fettine per 24 ore.

Il giorno successivo sciogliete lo zucchero con poca acqua a fuoco lento fino ad ottenere uno sciroppo, e lasciate raffreddare.

Filtrate il liquido della marinatura eliminando i fiori ed il limone, e versatevi lo sciroppo di zucchero. Aggiungete infine l'acido citrico mescolando finché non sia completamente sciolto, e lasciate riposare per circa mezz'ora.

Filtrate lo sciroppo attraverso un colino a maglie fitte ricoperto da una garza ed imbottigliate.

Riponete le bottiglie in un luogo fresco, si manterranno per alcuni mesi. Una volta aperta, la bottiglia va conservata in frigorifero e consumata entro 2-3 settimane.

Lo sciroppo ha un profumo ed un sapore molto intensi, ecco perché il dosaggio è una questione di gusti personali. Potete aggiungerlo all'acqua, naturale o frizzante, ed otterrete una gustosa bevanda dissetante; oppure può essere abbinato ad un prosecco per ottenere un'ottima base da aperitivo. A voi la scelta! Buona cucina a tutti
Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...